Appuntamento dal 2 al 5 Settembre 2021 a Trieste, in Piazza Unità d’Italia!

Appuntamento dal 2 al 5 Settembre 2021 a Trieste, in Piazza Unità d’Italia!

Comunicato Stampa – 04/06/2021

Link 2021: torna in presenza, dal 2 al 5 Settembre nel cuore di Trieste, il Festival dedicato al giornalismo e ai nuovi media.

TRIESTE – È in programma da giovedì 2 a domenica 5 settembre, in presenza, nel cuore di Trieste – la centralissima Piazza Unità, dove ancora una volta troverà sede la Fincantieri Newsrooml’8^ edizione di Link, il Festival del Giornalismo e dei nuovi media. Promosso in collaborazione con la Federazione Stampa Italiana e con l’Ordine dei Giornalisti, il Festival Link viene realizzato con il pieno sostegno di Fincantieri, il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Fondazione CRTrieste, di Crédit Agricole Friuladria e con la coorganizzazione del Comune di Trieste.  

Sarà la ripresa sostenibile, attraverso un intreccio di temi e percorsi, il filo rosso del cartellone di Link Festival 2021, progettato dalla curatrice Francesca Fresa con il direttore editoriale Giovanni Marzini.

«Ripartire guardando allo sviluppo sostenibile, cruna dell’ago per il nostro futuro, e alla ripresa nelle stagioni post-pandemiche: questo il motore dei dialoghi di Link Festival 2021 – anticipa Giovanni Marzini – come sempre strettamente legati all’attualità e alle questioni cruciali nelle ore in cui l’evento andrà in scena. Arrivare nelle ultime settimane estive permetterà di tornare in presenza in un momento ottimale per la fruizione del pubblico e per la sicurezza di tutti, protagonisti e spettatori.

Con l’auspicio di riaprire, da Trieste, un anno meno complesso per la “filiera” della cultura e più generoso di eventi e manifestazioni in presenza. Un anno che ci aiuti a ripartire nel segno di un circolo virtuoso fra cultura, turismo e ripresa economica». 

E anche l’8^ edizione del Festival si aprirà al pubblico come uno scrigno di eventi e proposte: «confermiamo la formula consolidata di Link, un cartellone articolato e inclusivo della celebrazione di prestigiosi riconoscimenti che la rassegna ha contribuito a lanciare – racconta la curatrice Francesca Fresa – A cominciare dallo storico Premio FrulAdria Testimoni della storia, promosso da Crédit Agricole FriulAdria con Link Festival in sinergia con pordenonelegge, nel tempo conferito a nomi che hanno scritto pagine importanti del giornalismo italiano come Gianni Minà, Giovanni Floris, Lilli Gruber, Ferruccio De Bortoli, Ezio Mauro, Corrado Formigli, Vittorio Zucconi, Gian Antonio Stella e Giovanni Minoli. Quest’anno la celebrazione del Premio sarà al centro della serata inaugurale, giovedì 2 settembre. Mentre nella mattinata di venerdì 3 settembre il focus si sposterà sullo storico Premio San Giusto d’oro, ideato dall’Associazione Cronisti Giuliani e organizzato da Assostampa FVG: avremo a Link Festival il vincitore 2021, l’agroeconomista Andrea Segrè, e la giornalista Giovanna Botteri cui va la targa speciale San Giusto d’oro di questa edizione, che lo scorso anno ha presieduto la Giuria del Premio Luchetta e ha condotto, assieme ad Emma D’Aquino, il programma di Rai1 “I Nostri Angeli”. Sul palco di Link anche l’edizione 2021 del Premio Unicef e la 2^ edizione del Premio Fieri promosso da Fincantieri: lo scorso anno il riconoscimento era andato all’economista Giulio Sapelli. Saranno anche quest’anno quattro giornate dense di incontri, dialoghi e collegamenti in presa diretta con la notizia: un’officina dell’informazione programmata in streaming anche sul sito del quotidiano Il Piccolo e su youtube, per assistere anche da remoto a talk, incontri e interviste con i protagonisti dell’informazione e della cultura. Con molte dirette di programmi RAI in onda proprio dal quartier generale del festival, in piazza Unità». Organizzato da Prandicom, Il cartellone 2021 sarà presentato e illustrato a pubblico e stampa nel mese di luglio.

E dal 15 al 17 ottobre torna in presenza anche il Premio Giornalistico Marco Luchetta: sarà la 18^ edizione del prestigioso riconoscimento dedicato a giornalisti e fotoreporter che, da qualsiasi latitudine del pianeta, sanno testimoniare e raccontare con sensibilità le ingiustizie e le violenze sui più piccoli. Uno spirito umanitario fatto proprio dalla Fondazione Luchetta che dal 2004 promuove il Premio, e che è nata proprio per garantire accoglienza e intervento sanitario ai bambini provenienti da ogni parte del mondo, affetti da malattie non curabili nel loro Paese d’origine. Nei prossimi giorni la Giuria 2021, presieduta dal giornalista Alberto Matano, annuncerà le terne finaliste, dopo una accurata selezione sui lavori arrivati alla segreteria del Premio – un centinaio circa – pervenuti da testate giornalistiche di tutto il mondo. 

Info e aggiornamenti: www.linkfestival.it   www.premioluchetta.com www.fondazioneluchetta.eu

PRESS ufficiostampa@volpesain.com  

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email